creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolica?

Si suppone la conoscenza della Dottrina Cattolica in linea di massima. Qui si dà spazio al chiarimento di punti che rimanessero lacunosi per alcuni utenti.

Moderatore: berescitte

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolica?

Messaggioda Armando » sab lug 10, 2010 8:28 pm

Quello che stavo dicendo io e' che la teoria monogenista e' quella più congeniale a quella dell'evoluzione per questo volevo conoscere qualche studio di scienziati evoluzionisti persuasi del poligenismo in quanto li credevo una minoranza.
Fatto sta che pur non essendo uno specialista l' argomento mi interessa.
Ma forse non e' il forum adatto, per cui non insisto.
Ho capito l' invito a leggere il libro di Facchini, grazie.
Armando
Nuovo Utente
 
Messaggi: 166
Iscritto il: mar giu 15, 2010 5:19 pm
Località: Roma

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolica?

Messaggioda Trianello » dom lug 11, 2010 9:12 am

Sono proprio gli evoluzionisti che ci dicono che il monogenismo non è probabile. Oggi, i paleontologi, a riguardo dell'origine dell'uomo, propendono per un poligenismo monofiletico. Nei libri di Facchini troverai ampie delucidazioni a riguardo.
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda predestinato74 » lun nov 19, 2012 9:51 pm

Mi ricollego a questa discussione per non crearne un'altra, ma siamo sempre in tema; Si dice che prossimamente sarà pubblicato uno studio scientifico che dimostrerebbe matematicamente che il passaggio dalla micro-evoluzione alla macro-evoluzione è assolutamente impossibile, me ne ha scritto un utente del blog "Libertà e persona" che è antievoluzionista sfegatato (ma non creazionista). Il link che mi è stato postato è il seguente:

http://www.la-press.com/a-novel-multi-s ... 7-abstract

la discussione nel blog invece, in cui ho provato a simpatizzare per la teoria evoluzionista (anzi le teorie, ma su questo mi deridono) è questo:

http://www.libertaepersona.org/wordpres ... ment-12675

chi è del campo e ne sa qualcosa?
predestinato74
Utente Senior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: mar ott 09, 2007 10:45 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda francocoladarci » mar nov 20, 2012 6:43 pm

Caro Predestinato

Dio crea dall'alto verso il basso, e non al contrario, l'evoluzione mi è rimasta sullo stomaco e rimarrà sempre li e questo fino a "prova provata" contraria, quando leggo dell'evoluzione mi viene in mente l'aneddoto del "Il Re in mutande", ora se l'evoluzione "è" e sottolineo "è" un fatto, allora tale fatto proprio perché è un fatto non può essere contestabile, inoltre tale fatto non avrebbe nessuna difficoltà a superare l'esame del "Metodo scientifico", che guarda caso, tale metodo lo si vuole applicare per il soprannaturale ma non per il naturale come ad esempio l'evoluzione.

Inoltre ciò che demolisce l'evoluzione e quì lo riconosce Darwin stesso nel suo libro, oltre ai famosi anelli mancanti c'è una scienza che non ha pietà, essa è la "Paleontologia", lo studio dei fossili non lascia scampo all'evoluzione, che tutto è meno che "un fatto".
Franco
Avatar utente
francocoladarci
Nuovo Utente
 
Messaggi: 141
Iscritto il: mer giu 04, 2008 7:08 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda predestinato74 » sab nov 24, 2012 10:18 pm

Non condivido la tua posizione e ti invito a leggere gli inizi di questa discussione particolarmente i link in cui i nostri pastori si sono espressi sul tema:



http://www.vatican.va/holy_father/john_ ... ne_it.html



http://www.vatican.va/holy_father/john_ ... ne_it.html



http://www.vatican.va/holy_father/bened ... es_it.html



http://www.vatican.va/roman_curia/congr ... ip_it.html

Tieni poi conto del fatto che gli eventi storici non possono passare al vaglio della scienza empirica, proprio perchè sono inscritti una volta per sempre nella storia, non posso pretendere di avere la dimostrazione scientifica ripetibile in laboratorio, del Big Bang, o delle guerre puniche o dell'esistenza reale di Giulio Cesare. L'unica cosa che vale in questi casi è una serie di indizi convergenti che fanno pensare alla plausibilità di una teoria e quella dell'evoluzione ha indizi convergenti in molte specialità scientifiche non solo nella paoleontologia. Ti consiglio il bel libro di
"L' illusione dell'ateismo. Perché la scienza non nega Dio"
Autore Timossi Roberto G.
o "Le sfide della evoluzione - In armonia tra Scienza e Fede -" di Fiorenzo Facchini

La teoria del creazionismo e quella del Disegno Intelligente non hanno nessuna credibilità scientifica essendo questioni di fede e non di scienza.
predestinato74
Utente Senior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: mar ott 09, 2007 10:45 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda Armando » dom nov 25, 2012 2:54 pm

L'atteggiamento scientifico chiede prove a sostegno di un ipotesi per confermarla o confutarla. Questo non è contestabile ed è frutto della scienza empirista che valuta il progredire dei fenomeni. Di Giulio Cesare abbiamo prove, non possiamo riprodurlo volevi dire, ma non si può applicare questo ai processi fisici o biologici. Il Disegno Intelligente non è questione di fede, ma di una ragione che si svincola dagli angusti muri a cui è stata confinata e evidenzia l'indiscutibile ordine del creato.
Armando
Nuovo Utente
 
Messaggi: 166
Iscritto il: mar giu 15, 2010 5:19 pm
Località: Roma

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda predestinato74 » dom nov 25, 2012 3:18 pm

Il Disegno intelligente mischia Scienza e Fede creando il Dio-tappabuchi che come un ingegnere interviene di continuo per aggiustare la rotta dell'Universo da lui creato. Ma questa ipotesi esula dalla Scienza e bene hanno fatto in USA i giudici a rifiutare l'insegnamento a scuola di tale mix-Scienza-Fede. Altro è il discorso se l'Universo e l'uomo, è frutto del caso o se è volontà di Dio, questo riguarda la Filosofia e la Fede non la Scienza, sono piani diversi e il Disegno Intelligente mischia le carte.

Le cos'ddette prove storiche ovviamente non sono riproducibili in laboratorio e non hanno lo stesso grado di certezza di un esperimento di fisica, questo vale per cesare, come per l'evoluzione, come per tutto ciò che affonda nel passato
predestinato74
Utente Senior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: mar ott 09, 2007 10:45 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda Armando » lun nov 26, 2012 5:57 pm

Così dicendo l'evoluzione non risponderebbe ad una legge fisica, ma sarebbe un processo attuato (non si sa come, da chi) nel passato e mai più ripetuto.
Per quanto riguarda il Disegno Intelligente; io parlavo di ragione e la filosofia è ragione, non commento sull'insegnamento in Usa. Ovviamente anche il Disegno Intelligente non è riproducibile da noi, ma è attento ai segni di razionalità e alle leggi della natura.
Armando
Nuovo Utente
 
Messaggi: 166
Iscritto il: mar giu 15, 2010 5:19 pm
Località: Roma

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda francocoladarci » lun nov 26, 2012 11:07 pm

Predestinato
La teoria del creazionismo e quella del Disegno Intelligente non hanno nessuna credibilità scientifica essendo questioni di fede e non di scienza.


E non è forse un atto di fede nella scienza la quale afferma che qualcosa sia accaduto in un lontano passato senza poter dimostrare ciò che effettivamente sia accaduto?, proponendo in modo semplicistico che tale avvenimento non è più riproponibile?

Inoltre, ho letto (ma già conoscevo il contenuto) i link che hai postato, i quali non avvallano un bel niente, anzi, se leggi bene ci sono dei "paletti" che la Chiesa ha messo e che non sono trattabili, c'è da considerare che la Chiesa non adotta mai il "muro contro muro", a meno che non si mettano in discussione le "verità di fede" ma lascia ampio spazio al dialogo, purché non si fraintenda tale disponibilità.

Ma avremo occasione di sviluppare tale argomento.
Franco
Avatar utente
francocoladarci
Nuovo Utente
 
Messaggi: 141
Iscritto il: mer giu 04, 2008 7:08 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda algoritmo70 » sab dic 01, 2012 5:06 pm

Dio ha creato l'uomo a Sua Immagine e somiglianza,che l'uomo possa aver avuto nel percorso miglioramenti e certo ma qualcuno mi spighi se ci riesce,non come Darwin perchè la scimmia è rimasta scimmia se poteva poi essere uomo?algoritmo70.
algoritmo70
Nuovo Utente
 
Messaggi: 47
Iscritto il: dom lug 04, 2010 6:48 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda predestinato74 » ven dic 07, 2012 3:27 pm

algoritmo70 ha scritto:Dio ha creato l'uomo a Sua Immagine e somiglianza,che l'uomo possa aver avuto nel percorso miglioramenti e certo ma qualcuno mi spighi se ci riesce,non come Darwin perchè la scimmia è rimasta scimmia se poteva poi essere uomo?algoritmo70.


Semplicemente perchè la scimmia ha raggiunto un punto di equilibrio col proprio ambiente.
predestinato74
Utente Senior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: mar ott 09, 2007 10:45 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda predestinato74 » ven dic 07, 2012 3:36 pm

francocoladarci ha scritto:
E non è forse un atto di fede nella scienza la quale afferma che qualcosa sia accaduto in un lontano passato senza poter dimostrare ciò che effettivamente sia accaduto?, proponendo in modo semplicistico che tale avvenimento non è più riproponibile?


Il fatto che un evento sia sommerso dalla storia, non significa che la scienza non possa ricercare le cause ed i meccanismi di tale evento. Per poter avere delle prove certe bisognerebbe poter viaggiare nel tempo. Questo vale anche per le guerre puniche o per Gesù Cristo; le prove a loro sostegno sono di ordine diverso da quelle ripetibili in laboratorio qui e ora, non per questo si tratta di avere fede cieca, si tratta di eventi che di cui siamo certi a causa di moltissimmi fattori convergenti, così Gesù, così le guerre puniche, così l'evoluzione.

francocoladarci ha scritto:Inoltre, ho letto (ma già conoscevo il contenuto) i link che hai postato, i quali non avvallano un bel niente, anzi, se leggi bene ci sono dei "paletti" che la Chiesa ha messo e che non sono trattabili, c'è da considerare che la Chiesa non adotta mai il "muro contro muro", a meno che non si mettano in discussione le "verità di fede" ma lascia ampio spazio al dialogo, purché non si fraintenda tale disponibilità.

Ma avremo occasione di sviluppare tale argomento.
Franco


Paletti? no no, non ci sono paletti, la Chiesa non accetta che dalla teoria dell'evoluzione si passi (da parte per esempio degli ultradarwinisti) ad una filosofia onnicomprensiva del tutto, che arrivi a negare Dio e la direzionalità dell'evoluzione. Insomma la Scienza si occupi di scienza e la filosofia (come la teologia) si occupi del proprio campo. Il concetto di creazione è un concetto filosofico e teologico, non riguarda la Scienza, il concetto di evoluzione riguarda la Scienza e non gli altri campi. Ti citerò prossimamente le parti dei testi per renderlo più lampante.
predestinato74
Utente Senior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: mar ott 09, 2007 10:45 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda predestinato74 » ven dic 07, 2012 3:51 pm

In tema di evoluzione umana vi sono dei punti da considerarsi acquisiti e punti in discussione:

A nostro modo di vedere sono punti acquisiti i seguenti:

-l'uomo, come ogni altra specie vivente, ha una sua storia evolutiva e affonda le sue radici nel ceppo dei primati;
-l'evoluzione rappresenta la spiegazione più plausibile della documentazione fossile esistente ed è coerente con le vedute di diverse discipline scientifiche, dalla paleontologia all'anatomia comparata alla zoologia, dalla genetica dello sviluppo alla genetica molecolare e alla biologia molecolare;
-la culla dell'umanità viene identificata in regioni dell'Africa;
-la cultura rappresenta una novità che contraddistingue l'uomo nel suo comportamento intenzionale e simbolico;

Sono punti in discussione:
-a quale livello evolutivo può essere vista la comparsa della forma umana;
-quali e quante specie, anche in senso paleontologico, si debbano ammettere nel corso della evoluzione;
-le origini della forma moderna e il suo rapporto con i Neandertaliani
Fiorenzo Facchini "Le sfide della Evoluzione"-Jaca Book 2008, pagg.69-70
predestinato74
Utente Senior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: mar ott 09, 2007 10:45 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda Galeno » ven mar 22, 2013 1:04 pm

Citocromo ha scritto:Innanzitutto diciamo che la confusione che c’è in giro su questi argomenti è veramente tanta.
Bisogna chiarire che il concetto di “creazione” è diverso da quello di “evoluzione”: il primo è un concetto filosofico, il secondo scientifico. L’evoluzione, un concetto che appartiene al campo delle scienze naturali, si riferisce a quelle trasformazioni dei viventi che ci sono state dall’inizio della vita sulla terra. Da organismi più semplici si è passati a organismi sempre più complessi. L’evoluzione è un fatto ed è confermata dai risultati di diverse discipline, quali la biologia molecolare, la genetica molecolare e di popolazione, la biologia dello sviluppo, la zoologia, l’anatomia comparata, la paleontologia. La teoria dell’evoluzione spiega le modalità e i meccanismi che hanno portato alla complessità degli organismi viventi che oggi conosciamo. Tuttavia, la teoria evoluiva non riesce a rispondere ad interrogativi che vengono posti dai risultati della scienza sul significato e sul senso degli eventi.
Il concetto di creazione è di tipo filosofico-teologico e riceve luce dalla Rivelazione. Tutto ciò che esiste non ha in sé la ragione di esistere, ma la riceve da Dio. San Tommaso afferma: “La creazione determina un’entità nella cosa creata secondo la categoria della relazione; poiché ciò che è creato non viene prodotto per mezzo di un moto o di una mutazione (…) La creazione nelle creature non è altro che una certa relazione verso il loro Creatore, causa del suo essere” (Summa Teologiae I, q. 45, a. 3). Con il termine creazione si intende che tutto ciò che esiste ha la sua ragione ultima in Dio. Il CCC al n° 308 dice: “Dio è la causa prima che opera nelle cause seconde e per mezzo di esse”. Dio in quanto Causa Prima fa esistere le cose come cause seconde, perciò l’operare delle cause seconde (che nel caso dell’evoluzione sono le mutazioni, la selezione naturale, ecc…) è riferito a Dio Creatore come Causa Prima e alle creature come cause seconde, ciascuno con il loro specifico modo di operare (cfr. san Tommaso, Contra Gent., III, LXX). Quindi, il concetto di creazione è di tipo metafisico.
Detto questo, si può concludere che tra creazione ed evoluzione non può esserci contrapposizione (l’uno non esclude l’altro): i due concetti sono complementari. Il Papa Giovanni Paolo II nel discorso al Simposio Internazionale “Fede cristiana e teoria dell’evoluzione” (26-04-1985) affermò: “(…) non creano ostacoli una fede rettamente compresa nella creazione o un insegnamento rettamente inteso dell'evoluzione: l'evoluzione infatti presuppone la creazione; la creazione si pone nella luce dell'evoluzione come un avvenimento che si estende nel tempo - come una “creatio continua” - in cui Dio diventa visibile agli occhi del credente come Creatore del Cielo e della terra.”
I documenti ufficiali della Chiesa Cattolica in cui è trattato questo tema sono:
Discorso al Simposio Internazionale “Fede cristiana e teoria dell’evoluzione” (26-04-1985)
http://www.vatican.va/holy_father/john_ ... ne_it.html
Messaggio alla Pontificia Accademia delle Scienze (22-10-1996)
http://www.vatican.va/holy_father/john_ ... ne_it.html
Discorso alla Assemblea Plenaria della Pontificia Accademia delle Scienze in occasione del Convegno Scientific Insights into the Evolution of the Universe and of Life (31-10-2008)
http://www.vatican.va/holy_father/bened ... es_it.html
Comunione e Servizio. La persona umana creata ad immagine e somiglianza di Dio della Commissione Teologia Internazionale
http://www.vatican.va/roman_curia/congr ... ip_it.html

Salve,
vorrei introdurmi nel discorso citando un libro che apprezzo molto: L' evoluzione un trattato
critico (certezza dei fatti e diversità delle interpretazioni).
Introduzione: Ricerche sperimentali di biologia evolutiva hanno dimostrato che la capacità di cambiamento
microevolutivo è una caratteristica fondamentale della vita. Si può allora ritenere
che la macroevoluzione - cioè l'origine di strutture complesse e dei principali fondamenti
costitutivi degli esseri viventi - sia ugualmente un dato di fatto empiricamente provato?
Questo trattato analizza con sistematicità, obiettività e in modo comprensibile a tutti, l'intero
ambito dei fenomeni microevolutivi, così come le obiezioni razionali che si possono
muovere al concetto di macroevoluzione.
Si dimostra perciò ancora una volta che le risposte sull'origine e sulla storia della vita non
sono possibili senza la scelta - consapevole o implicita - di particolari presupposti ideologici.
Emerge allora la necessità di una chiara separazione tra i dati obiettivi, le interpretazioni
teoriche e le diverse scelte ideologiche operate per la valutazione delle teorie sulle
origini proposte.
Sulla questione delle origini - direbbe Pascal - ognuno scommette sull'una o l'altra ipotesi.
Spesso però le carte in tavola sono truccate, perciò è necessario fare chiarezza e distinguere
ciò che è scientificamente accertato da ciò che è solo ipotesi o congettura.
Tale è l' obbiettivo di questo libro.
Sito di riferimento: http://www.origini.info/ :D
Galeno
Nuovo Utente
 
Messaggi: 1
Iscritto il: mer mar 13, 2013 4:02 pm

Re: creazionismo; quale è la posizione della Chiesa Cattolic

Messaggioda Armando » mar ott 22, 2013 11:59 am

Trianello ha scritto:Sono proprio gli evoluzionisti che ci dicono che il monogenismo non è probabile. Oggi, i paleontologi, a riguardo dell'origine dell'uomo, propendono per un poligenismo monofiletico. Nei libri di Facchini troverai ampie delucidazioni a riguardo.

la scienza:
http://www.sciencemag.org/content/342/6156/326
per chi non conosce l'inglese la scoperta dell'uomo di Dmanisi suggerisce che ci sia una sola specie uomo (monogenismo)
Armando
Nuovo Utente
 
Messaggi: 166
Iscritto il: mar giu 15, 2010 5:19 pm
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Domande sulla 'Dottrina Cattolica'

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron