Arkeon

Per "minoritari" si intende sia a livello numerico che di notorietà o altro... tuttavia non si tratta di un elenco accademico che li comprenda tutti, ma pastorale, ovvero sulla base della richiesta di informazioni da parte di persone coinvolte.

Moderatori: Trianello, Roby_r0m@

Arkeon

Messaggioda Aurora » dom giu 25, 2006 7:21 pm

Questo è quanto riportato dal sito ufficiale,a voi non sembra che si tratti di un movimento religioso alternativo?

"Arkeon è un metodo per favorire l'espressione del proprio potere creativo e dei propri talenti e rafforzare la responsabilità per la propria vita. Arkeon guida lungo un cammino di crescita personale e spirituale dove è possibile imparare ad ascoltare i propri sogni, i propri desideri, e riconoscere il potenziale che è dentro ognuno di noi.
Arkeon è un percorso che mi accompagna da "ciò che penso di essere" a ciò che "posso essere", mi porta a riflettere sulle relazioni familiari, sul modo di affrontare la vita, il lavoro, la famiglia, sul ruolo che ciascuno di noi ha nel mondo. Arkeon è riscoprire la propria storia individuale per poterla condividere con gli altri.
Arkeon insegna a confrontarsi con ciò che è diverso da noi, a sperimentare l'umiltà dell'ascolto, l'incontro con l'altro nel rispetto della diversità e della libertà. Arkeon è un percorso che conduce alla parte sacra del maschile e del femminile, allo spazio sacro dentro di noi in cui essenza e forma tornano ad essere uno.
ARKEON® nasce da trent'anni di esperienza e da vent'anni di insegnamento e di ricerca interiore; rappresenta la sintesi del lavoro di Vito Carlo Moccia, lungo un percorso di risveglio"

Il sito
http://www.arkeon.org/home.php
Ultima modifica di Aurora il gio ott 26, 2006 8:17 pm, modificato 1 volta in totale.
**********
La solitudine è il prezzo della libertà
Avatar utente
Aurora
Nuovo Utente
 
Messaggi: 31
Iscritto il: lun mar 27, 2006 2:41 pm
Località: Roma

Messaggioda muccapazza » lun giu 26, 2006 12:07 pm

e quanti soldi vogliono per questi seminari? :o
ho sentito dire che non è che abbiano un grande senso della critica,
insomma, non vogliono essere criticati :o

leggete questo comunicato stampa
http://www.cesap.net/index.php?option=c ... e&Itemid=1

la sigla -cesap- ''centro studi abusi psicologici''
interessante.

C'è anche un forum in cui ci sono delle testimonianze di alcuni ex-appartenenti a questo ''psico-movimento''
il forum:
http://www.cesap.net/index.php?option=c ... t&catid=26


ciao
a tutti
Ogni energia cosciente è fondata sulla Speranza(T.d.C.)
muccapazza
Nuovo Utente
 
Messaggi: 6
Iscritto il: ven giu 23, 2006 4:50 pm
Località: il regno degli angeli (opss..una nuccapazza ner regno degli angeli?;D

Messaggioda Trianello » lun giu 26, 2006 8:35 pm

Grazie per la segnalazione del forum.
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Messaggioda berescitte » lun ott 30, 2006 5:08 am

Aurora dice
>Questo è quanto riportato dal sito ufficiale,a voi non sembra che si tratti di un movimento religioso alternativo?

Io dico
Questa è la reclame. Oltre ad essa (l'esterno della confezione) esiste un contenuto (l'interno; fatto di idee e pratiche concrete).
Ciò che sembra a prima vista conta ben poco perché, appunto, coglie l'esterno e nessuna reclame al mondo si esprime contro il prodotto interno!
Ciò che conta è sapere sia se realizza le promesse, sia con che metodi e idee. Solo allora potremmo esprimerci sulla sua valenza di MRA o meno. E anche sulla sua positività o negatività.
Perché non provi a studiarlo ampliando il raggio di ricerca?...
Avatar utente
berescitte
Utente Senior
 
Messaggi: 251
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:40 pm
Località: ROMA

Re: Arkeon

Messaggioda geodea » ven apr 06, 2007 10:37 am

Aurora ha scritto:Questo è quanto riportato dal sito ufficiale,a voi non sembra che si tratti di un movimento religioso alternativo?

"Arkeon è un metodo per favorire l'espressione del proprio potere creativo e dei propri talenti e rafforzare la responsabilità per la propria vita. Arkeon guida lungo un cammino di crescita personale e spirituale dove è possibile imparare ad ascoltare i propri sogni, i propri desideri, e riconoscere il potenziale che è dentro ognuno di noi.
Arkeon è un percorso che mi accompagna da "ciò che penso di essere" a ciò che "posso essere", mi porta a riflettere sulle relazioni familiari, sul modo di affrontare la vita, il lavoro, la famiglia, sul ruolo che ciascuno di noi ha nel mondo. Arkeon è riscoprire la propria storia individuale per poterla condividere con gli altri.
Arkeon insegna a confrontarsi con ciò che è diverso da noi, a sperimentare l'umiltà dell'ascolto, l'incontro con l'altro nel rispetto della diversità e della libertà. Arkeon è un percorso che conduce alla parte sacra del maschile e del femminile, allo spazio sacro dentro di noi in cui essenza e forma tornano ad essere uno.
ARKEON® nasce da trent'anni di esperienza e da vent'anni di insegnamento e di ricerca interiore; rappresenta la sintesi del lavoro di Vito Carlo Moccia, lungo un percorso di risveglio"

Il sito
http://www.arkeon.org/home.php


"Nella complessità del mondo contemporaneo assistiamo al crollo delle strutture archetipiche che hanno caratterizzato la civiltà contadina da cui nasce la cultura dell’Occidente; la figura del padre che ha l’autorevolezza di trasmettere ai figli la direzione e la forza, il culto degli antenati, i riti di passaggio, l’appartenenza alla terra, la sacralità del femminile che è custode della discendenza, attraverso cui la fiducia e il sogno si tramandano alle generazioni future." dal sito ufficiale di Arkeon..mi ricorda molto ma molto il paganesimo almeno nei suoi dati essenziali..da quello egizio e poi greco a quello celtico. Lafigura della Dea madre alla società patriarcale al culto degli antenati..e come tutti i "culti" che pongono l'uomo al centro come autosufficiente e capace da solo di realizzarsi attraverso la soddisfazione dei propri desideri..bè chi è il principe di questo mondo? Chi è l'Astro del mattino? Meditiamo bene su cosa si nasconde dientro non fermiamoci alle apparenze..
geodea
Nuovo Utente
 
Messaggi: 11
Iscritto il: ven apr 06, 2007 7:48 am
Località: Roma

arkeon

Messaggioda algoritmo70 » dom apr 22, 2007 1:16 pm

Leggendo certe realtà così certamente valide di aAUTOAIUTO mi domando cosa Gesù Cristo ha tralasciato.Algoritmo70. :roll:
algoritmo70
 

Arkeon su RaiTre

Messaggioda Trianello » gio dic 20, 2007 1:39 pm

Roma – 16 Ottobre 2006

“Un viaggio interiore, un percorso alla ricerca dell’identità, del benessere, ma, per alcuni, questo è stato un viaggio verso un incubo”. Così Andrea Vianello, conduttore della trasmissione televisiva Mi Manda RaiTre, ha presentato il metodo Arkeon messo in pratica dai ‘’maestri’’ dell’associazione Il sentiero sacro (“The Sacred Path”).
Per circa un’ora, nel corso della puntata andata in onda il 13 ottobre, si è parlato delle insolite attività del gruppo spirituale Arkeon, che conta diecimila seguaci in Italia. Un’ora densa di testimonianze e discussioni, con la presenza del leader Vito Carlo Moccia, ideatore di Arkeon, spalleggiato da due “maestri” e da un prete, Don Angelo De Simone, che Ruffolo ha definito “sacerdote atipico”.
A sedersi di fronte ai quattro rappresentanti di Arkeon c’era Stefano Spera, un giovane di Ostia che è intervenuto per raccontare la sua esperienza nel gruppo e le sofferenze patite.
“Ho conosciuto questo gruppo nel 2001 – ha detto Stefano – nel momento in cui ero fragile perché mio padre stava male”.
Ha riferito di aver frequentato molti seminari a pagamento e ha descritto stravaganti esercizi e teorie: “Fui invitato a rompere con la famiglia, in particolare con mia madre - ha dichiarato Stefano - perché loro sostengono che la madre è perversa. Il maestro aveva un forte ascendente. Loro sfruttano che sei in un momento delicato, ti danno un appoggio morale e d’affetto, ma poi ti fanno sentire in debito per cercare di gestirti e ti fanno fare cose incredibili”.
A quel punto Stefano ha ricordato, ad esempio, un esercizio che consisteva nell’andare a chiedere l’elemosina. “La richiesta di portare altre persone nel gruppo si faceva pressante e siccome non portavo nessuno sono iniziate umiliazioni fisiche e morali”. Alla domanda di Vianello: “Quando ha capito che doveva scappare…?”, Stefano ha risposto: “Non l’ho capito io, l’ha capito il fisico perché sono stato male e sono finito in ospedale, dopodichè pian piano con le cure psicoterapiche sono riuscito a tornare alla normalità”.
Altre due persone, intervistate in una sala riservata, hanno raccontato la loro esperienza scegliendo l’anonimato. Maria ha detto di essere entrata nel gruppo nel ’98, in un momento difficile della sua vita, e di essere rimasta dentro per cinque anni, nel corso dei quali ha pagato più di quindicimila euro per partecipare ai seminari.
“Il lavoro psicologico che fanno mi ha completamente sbalestrata - ha detto Maria - vedevo le persone che erano troppo dipendenti dal maestro, quindi ho capito che c’era qualcosa che non quadrava, ho iniziato a leggere libri e mi sono resa conto che ero cascata in una…”. Gabriella ha raccontato com’è entrata in Arkeon, accompagnata dal suo compagno che gliene parlava come se fosse un corso riguardante la comunicazione. Dopo aver partecipato a due incontri si è resa conto che persone senza competenze volevano scandagliare la sua psiche, pertanto ha preso le distanze dal compagno e dal gruppo.
“Nei seminari - ha spiegato Gabriella - ipotizzavano dei disagi che venivano riattualizzati in qualche modo, e questa sembrava essere la pratica per poterli superare. Il maestro proponeva particolari teorie come ad esempio quella del pedofilo, della madre perversa, della trasgressione creativa…”. Gabriella ha poi raccontato la vicenda giudiziaria inerente alle settanta querele ricevute dopo l’intervento del Cesap e dopo le testimonianze di alcuni fuoriusciti, fra cui lei stessa, fatte a gennaio del 2006 nel corso di tre puntate del programma “Tutte le mattine”, su Canale 5. Dopo questi racconti Vianello ha fatto entrare il presidente dell’associazione “The sacred path – Arkeon”, Vito Carlo Moccia, il vice presidente Lorenzo Campese, Gabriella Noè del comitato scientifico dell’associazione, ed il sacerdote Don Angelo De Simone. Il conduttore ha voluto puntualizzare che l’unico invitato era Vito Carlo Moccia, e questi ha portato con sé gli altri rappresentanti, fra cui il prete. Il leader del gruppo è stato subito incalzato da Gabriella, che ha chiesto se realmente la Chiesa appoggia questo movimento e perché alcuni rappresentanti di società e associazioni del gruppo Arkeon pretendono da lei un risarcimento di oltre quattro milioni di euro per aver descritto la sua esperienza nella trasmissione di Maurizio Costanzo. “Ho solo raccontato la verità - ha detto Gabriella – eppure ho ricevuto, oltre alla richiesta di quattro milioni, anche settanta querele per presunta diffamazione da maestri e affiliati di Arkeon”. Vito Carlo Moccia con imbarazzo ha risposto che “sicuramente, magari delle cose sono successe”.
“…a me viene di chiedere scusa a Gabriella” ha continuato con evidente difficoltà, ipotizzando che qualche maestro non abbia rispettato la carta dei valori e il metodo Arkeon. Ma questo tentativo di scaricare le responsabilità non è piaciuto all’avvocato Ugo Ruffolo, studioso di diritto, ospite fisso della trasmissione, che riferendosi alla richiesta di quattro milioni fatta dal gruppo Arkeon ha affermato: “Stiamo parlando di danni e di reati molto gravi; se le accuse che abbiano sentito vengono reputate fondate e provate da un giudice, i milioni di euro dovranno essere dati all’altra parte, perché i danni pesanti alla salute, i danni esistenziali, le vite rovinate, oggi vengono valutati in centinaia di migliaia di euro quando non in milioni”.
In collegamento diretto da Bari è intervenuta anche la psicologa Lorita Tinelli, presidente del Cesap, affermando che nell’arco di dieci anni di attività ha ricevuto decine e decine di racconti di fuoriusciti da Arkeon, dello stesso tipo di quelli ascoltati durante la trasmissione e anche alcuni con risvolti molto più drammatici.
Vianello ha quindi rivelato che, a quanto gli risulta, varie Procure della Repubblica Italiana stanno indagando su queste vicende.
Gabriella Noè, presentatasi come membro del comitato scientifico di Arkeon, ha descritto l’organizzazione sostenendo che esiste un albo dei “maestri” corrispettivo di un albo professionale, paragonandolo nientemeno all’albo dei giornalisti o dei medici …ma Vianello ha fatto notare che tale paragone non regge, perché l’albo dei “maestri” di Arkeon non è riconosciuto ed istituito dalla legge.
L’avvocato Ruffolo tornando sulla questione della responsabilità dell’organizzazione e degli organizzatori ha detto che se gli affiliati hanno incontrato un maestro è forse perché hanno visto qualcuno in televisione che li ha attratti. “Non siamo mai andati in televisione”, ha risposto Gabriella Noè, forse dimenticando che diversi video promozionali sono stati prodotti e divulgati dall’organizzazione stessa, e che uno di questi contiene un’intervista di Padre Raniero Cantalamessa a Vito Carlo Moccia, trasmessa da RaiUno nel corso della trasmissione “A sua immagine”. E proprio per comprendere se Arkeon è davvero vicina al mondo cattolico, Vianello ha chiesto spiegazioni a Don Angelo De Simone. “Sono stupito che lei sia qui…”, ha commentato il conduttore. Don Angelo ha provato a difendere Arkeon definendosi “animatore spirituale” del gruppo e dichiarando di poterlo fare senza alcuna autorizzazione ecclesiale.
Non ha detto, dunque, che il movimento Arkeon è riconosciuto dalla Chiesa cattolica. L’accanimento dimostrato da Don Angelo non ha però convinto il pubblico presente, che più volte ha dato segni di dissenso. Ruffolo, riprendendo un esempio infelice fatto da Don Angelo sulle responsabilità personali dei preti pedofili, ha assicurato che poiché il prete opera in una struttura, anche la struttura paga i danni, ricordando che negli Stati Uniti la Chiesa cattolica deve pagare miliardi di dollari di risarcimento per cause di questo tipo.
“In Italia - ha spiegato Ruffolo - quando qualcuno fa affidamento in un ente, in un’associazione, in un gruppo, e solo per questo va da un maestro che altrimenti non conoscerebbe, se il maestro fa qualcosa di sbagliato l’associazione ne risponde, così come se un prete fa qualcosa di sbagliato ne risponde il convento”.
Riferendosi all’attività di Arkeon, Vianello ha affermato che è un’introspezione psicologica, ma l’ideatore del metodo lo ha negato.
Su quest’aspetto il conduttore ha insistito, e Moccia ha dichiarato di essere laureato in psicologia ma di non aver voluto fare l'iscrizione all’albo. A quel punto è intervenuto il Presidente del Consiglio Nazionale degli Psicologi, Giuseppe Luigi Palma, il quale ha confermato che “occuparsi di vissuti psicologici e di emozioni è lavoro da psicologo” e che Vito Carlo Moccia non è uno psicologo.
“L’Ordine degli Psicologi ha ricevuto tre segnalazioni - ha detto il presidente Palma - che hanno prodotto altrettante denunce alla Procura della Repubblica per esercizio abusivo della professione dopo aver verificato che il signor Moccia non era iscritto all’Albo”.
Moccia ha cercato di respingere le accuse, ma Vianello ha ribadito che non potrebbe neppure iscriversi all’Albo perché le lauree da lui conseguite alla Jolla University di San Diego e all’Università di Fiume non sono valide in Italia.
E ancora, rivolgendosi con fermezza al presidente di Arkeon, Vianello ha detto: “Mi chiedo com’è possibile che dopo denunce di questo genere, che da anni giungono alla dottoressa Tinelli, non abbiate fatto delle indagini interne rispetto a questi maestri infedeli, li abbiate cacciati, invece di mandare querele di diffamazione a suon di miliardi intimidatori …perché Tinelli è seppellita dalle vostre querele solo perché raccoglie informazioni da tutti quelli che si lamentano”.
In chiusura Vianello ha letto l’ordinanza del giudice che ha respinto la richiesta di Arkeon di far oscurare il sito internet del Cesap che contiene testimonianze critiche, mentre invece Moccia ha provato a leggere una testimonianza della fidanzata di Stefano Spera, ma è stato bloccato dal conduttore.
Il presidente di Arkeon ha quindi ammesso di trovarsi in difficoltà per aver ricevuto accuse ignobili: “…che è una setta, …abusi sessuali sui minori, istigazione al suicidio, truffa, ecc.”.
Andrea Vianello, pur offrendo a questi la possibilità di replicare e di difendersi, non ha esitato a concludere con parole pesanti, affermando che “questa teoria creata da Moccia, a quanto pare dai racconti degli ospiti, ha generato mostri!”.

Fonte:

http://www.assotutor.it/news/2006/06-15.html
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

La Digos chiude «Il Sentiero Sacro» di Arkeon

Messaggioda Trianello » gio dic 20, 2007 1:40 pm

Bari – 12 Ottobre 2007

“Che mestiere fa tuo padre?”, le chiedevano a scuola, e la piccola rispondeva: “Fa il guaritore di anime”. Con questa e altre affermazioni la figlia di un “maestro” di Arkeon destò prima la curiosità e poi la preoccupazione dell’insegnante e di tutto il personale scolastico. Preoccupazione che, a quanto pare, era motivata, considerando che ieri la Digos della Questura di Bari ha sequestrato la sede dell'associazione The Sacred Path (Il Sentiero Sacro), che diffondeva il metodo Arkeon. La Polizia ha chiuso i siti internet utilizzati per pubblicizzare l'attività e reclutare adepti, e ha recapitato sei avvisi di garanzia ad altrettanti “maestri” di Arkeon in diverse città d’Italia. Associazione per delinquere finalizzata all'esercizio abusivo di professione medica, truffa aggravata, violenza sessuale, violenza privata e calunnia, sono le accuse contestate dal Pm della Procura della Repubblica di Bari, Francesco Bretone.
Il gruppo Arkeon è stato definito una “psicosetta” dalla stessa Polizia e poi dai giornalisti, un termine di criminologia a molti sconosciuto e che fino ad oggi non era mai stato utilizzato in Italia in circostanze simili.
Il caso Arkeon era stato trattato nella trasmissione Mi Manda Rai Tre del 13 Ottobre 2006, suscitando clamore per le testimonianze di alcuni fuoriusciti e per la presenza di un sacerdote, Padre Angelo De Simone, che si era presentato come “animatore spirituale” del gruppo, ma che Ruffolo ha definito “sacerdote atipico”. Il gruppo Arkeon, che vantava 15mila seguaci in Italia, cercava di avvicinare e coinvolgere anche altri esponenti del mondo cattolico. Sono noti ad esempio i rapporti con Padre Raniero Cantalamessa, Predicatore della Chiesa Pontificia, difatti il 19 Febbraio 2006, a Milano, si è tenuto un incontro nella Chiesa di S. Eustorgio, dove Padre Cantalamessa è stato accolto dal leader di Arkeon, Vito Carlo Moccia, da Padre Angelo De Simone e da circa cento seguaci del gruppo. Parlando ai presenti, Cantalamessa ha affermato che in Arkeon si seguono due percorsi distinti: uno di psicologia e/o guarigione, l’altro di fede.
Padre Cantalamessa aveva già dedicato spazio ad Arkeon nel corso della trasmissione “A Sua Immagine” dell’11 Settembre 2004, intervistando Vito Carlo Moccia all’interno di una sontuosa villa, e la suddetta trasmissione di Rai Uno è poi stata riprodotta in un suggestivo video promozionale di Arkeon intitolato “La via del padre”.
Il problema delle sette e delle psicosette in Italia sta venendo a galla. Eppure già dieci anni fa un rapporto del Dipartimento di Pubblica Sicurezza del Ministero degli Interni, intitolato "Sette religiose e nuovi movimenti magici in Italia", affermava che in Italia esistono "movimenti per lo sviluppo del potenziale", detti anche psicosette, che sono le sette degne di maggiore attenzione in quanto su di esse si accentrano le accuse di destrutturazione mentale e d'indebito arricchimento ai danni degli affiliati. Il comune denominatore di queste aggregazioni, diffuse per lo più sotto forma di centri psicoterapeutici, istituti di ricerca e scuole di formazione, è il proposito di aiutare la persona a scoprire sé stessa e a sfruttare appieno le proprie potenzialità inespresse, anche a fini professionali, liberandosi per sempre dai problemi, dalle malattie o dall'infelicità. Spesso, però, a caro prezzo.

Fonte:

http://www.assotutor.it/news/2007/07-13.html
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Messaggioda Trianello » gio dic 20, 2007 1:44 pm

Nota su P. Raniero Cantalamessa e l’associazione Arkeon a seguito delle trasmissioni di “Striscia la notizia”

Nelle puntate del 30 e 31 Ottobre scorso, nella trasmissione Striscia la notizia si è parlato di un mio presunto coinvolgimento con l’associazione Arkeon su cui è in corso un’indagine giudiziaria. Ritengo mio dovere dare una chiarificazione al riguardo.

Non ho mai fatto parte dell’associazione Arkeon, non ho mai partecipato a un suo incontro, né ho mai spinto qualcuno a parteciparvi. I miei contatti sono consistiti in questo. Cinque anni fa, quando ancora non esisteva alcuna contestazione a proposito di detta associazione (io non ne conoscevo neppure il nome), lessi in una rivista che c’era un gruppo di studio che lavorava per la riconciliazione tra padri e figli. Dovendo commentare la parabola del figliol prodigo in questo mio programma, come vedete che faccio spesso, mi recai da loro per raccogliere una testimonianza su questo loro lavoro. Le immagini di quel programma vengono mostrate come se io avessi partecipato a incontri di Arkeon che è falso. Ho visitato tante altre famiglie per lo stesso scopo. In quella circostanza il fondatore mi parlò del lavoro da lui svolto, senza che potessi scorgervi nulla di anormale.

All’inizio dell’anno scorso, tenni una giornata di evangelizzazione nella Parrocchia di S. Eustorgio a Milano e un gruppo di aderenti all’associazione, avendolo saputo, partecipò alla Messa conclusiva, cosa che come sacerdote non avevo motivo né diritto di impedire. Molti di loro, all’occasione, ricordo che si accostarono ai sacramenti.

Ma l’addebito principale nei miei confronti è che nella trasmissione per la festa della S. Famiglia dell’anno scorso, avrei appoggiato l’associazione Arkeon, nonostante che contro di essa fossero state mosse nel frattempo accuse pesanti in una trasmissione televisiva, attribuendo all’associazione il merito di avere aiutato due persone da me intervistate.

Ma nel presentare tale testimonianza io evitai volutamente di fare il nome di Arkeon, limitandomi a dire che la coppia era stata aiutata da “un gruppo di sostegno”. Sarebbe come dire che chi in TV parla di caffè fa per ciò stesso propaganda di Lavazza. Chi, tra gli ascoltatori, poteva sapere che il “gruppo di sostegno” si riferiva ad Arkeon e come ha fatto chi sostiene tale accusa a scoprirlo, se non indagando sui rapporti intrattenuti dalle persone fuori della trasmissione, violando quindi la loro privacy? Sono essi, non io, che hanno tirato in ballo Arkeon, a proposito del mio programma. Qualcuno dovrà spiegare un giorno perché l’ha fatto e con quale autorizzazione.

Il mio dispiacere più grande in tutta questa vicenda è il male immenso fatto alla povera famiglia intervistata che ha visto la propria immagine usata e abusata senza nessun rispetto della loro dignità e sensibilità.

Quanto all’operato di Arkeon, non sta a me pronunciare un giudizio, ma alla magistratura. Se qualcuno di loro, ha sbagliato e giusto che paghi. Personalmente io non sono venuto a conoscenza di nessun abuso, che altrimenti sarei stato il primo a condannare e denunciare. Quello che è da evitare sono i processi sommari in cui si pronunciano condanne prima ancora di aver dato agli accusati la possibilità di difendersi.

Nel servizio di commento al vangelo che svolgo da oltre dieci anni vengo in contatto con innumerevoli realtà sociali, istituzioni e famiglie e non posso essere ritenuto responsabile di quello che avviene a mia insaputa al loro interno.

P. Raniero Cantalamessa


Qui è possibile visualizzare il video:

http://www.cantalamessa.org/it/asuaimmagine.php
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Messaggioda Trianello » gio dic 20, 2007 1:49 pm

Qui, invece, è possibile visualizzareil servizio dedicato dal Settimanale "Terra" di Canale 5 su Arkeon e le psicosette:

http://www.video.mediaset.it/video.html ... from=email
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Re: Arkeon

Messaggioda brunodb2 » lun feb 18, 2008 2:31 pm

Dal sito del CESAP

http://www.cesap.net/index.php?option=c ... &Itemid=59

Caso setta, blitz romano della polizia
15/02/2008
Ottanta adepti di "The sacreda path" sorpresi in un albergo della capitale: anche un prete
L'attività della presunte setta "the Sacred Path" continuerebbe, almeno apparentemente. Lo dimostrerebbe il blitz, compiuto dalla polizia di Rom, in un alberho della capitale. Gli agenti hanno trovato il presunto santone, Vito Carlo Moccia, 55 anni, barese, insieme con un'ottanrina di persone, impegnate a partecipare a una riunione più o meno rituale, con tanto di candele. Fra loro, anche un sacerdote e uno psicologo.
Gli agenti hanno interrotto l'incontro, hanno generalizzato i partecipanti e sequestrato alcuni documenti e le stesse candele utilizzate. L'incartamento investigativo è stato poi trasmesso al pubblico ministero inquirente, il sostituto barese Francesco Bretone. Stando alle indagini sfociate nella notifica di alcune informazioni di garanzia a ottobre scorso, il "gruppo dirigente" della presunta setta avrebbe diffuso - con un certo consenso e una popolarità anche televisiva - il metodo psicologico innovativo " Arkeon". La sede di "The Sacred Path" è a Bari.

Fonte: La gazzetta del Mezzogiorno, 15 Febbraio 2008

Ciao

Bruno
___________________________

---Verba volant scripta manet---
___________________________
brunodb2
Nuovo Utente
 
Messaggi: 182
Iscritto il: ven mar 17, 2006 4:12 pm
Località: CAMPOBASSO

Re: Arkeon

Messaggioda Trianello » lun feb 25, 2008 6:02 am

Chi non muore... si rivede.
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Re: Arkeon

Messaggioda brunodb2 » lun apr 21, 2008 5:11 pm

Psico setta Arkeon 1



Psico setta Arkeon 2
Intervista a Lorita Tinelli



Ciao

Bruno
___________________________

---Verba volant scripta manet---
___________________________
brunodb2
Nuovo Utente
 
Messaggi: 182
Iscritto il: ven mar 17, 2006 4:12 pm
Località: CAMPOBASSO

Re: Arkeon

Messaggioda flaminia » dom apr 27, 2008 8:34 am

ho letto sul sito del cesap che l'associazione arkeon ha citato tre persone . queste tre persone sono andate a parlare in una trasmissione di costanzo della loro esperienza nel gruppo. il risultato è stato una richiesta di ben 4.000.000 di euro richiesti per danni d'immagine.
allora tutti i fuoriusciti cosa dovrebbero fare? danni esistenziali,sociali,materiali, morali, psicologici ?
dichiarano tramite gli avvocati di essere un percorso di prevangelizzazione....
gli arkeoniani dichiarano su più siti di esser stati danneggiati da una campagna mediatica contro di loro.
evviva l'informazione! per fortuna che esiste internet . in questo modo la gente si può informare su chi sono e sulle esperienze che tanti dopo quei tre hanno avuto il coraggio di raccontare.
non dimentichiamoci che c'è in corso un'indagine da parte della magistratura .
riporto una frase di RDM sulle psicosette che mi ha colpito molto :
"La prevenzione attraverso una corretta informazione è l’unica strategia valida per prevenire i danni causati alle persone e alla società da gruppi e movimenti all’interno dei quali la meditazione, l’ascolto, la drammatizzazione, l’espressione di sé vengono utilizzate senza le dovute cautele o addirittura per fini illeciti."
flaminia
Nuovo Utente
 
Messaggi: 4
Iscritto il: sab mar 08, 2008 9:45 am

Re: Arkeon

Messaggioda Amministratore » mer mag 07, 2008 6:26 am

Cara flaminia,
è buona norma, quando si entra a far parte di una comunità virtuale, presentarsi agli altri partecipanti alla medesima. Perché non ci racconti qualcosa di te nell'apposita sezione del Forum?
Avatar utente
Amministratore
Site Admin
 
Messaggi: 96
Iscritto il: lun ott 17, 2005 12:12 pm

Prossimo

Torna a M.R.A. vari - Movimenti Religiosi Alternativi minoritari

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron