Missionari mormoni

Moderatore: Mod

Missionari mormoni

Messaggioda Hermes » mer mag 16, 2012 6:26 pm

I giovani missionari mormoni sono l'aspetto più conosciuto del mormonismo LDS, e spesso l'unico. Per molti è familiare la loro divisa: camicia bianca con cravatta, pantaloni scuri, capelli corti e l'immancabile cartellino per il riconoscimento, con il nome della chiesa e il loro insieme alla qualifica di elder (anziano).

Un po' alla volta vorrei parlare di questi missionari, in modo che la gente impari a conoscerli più approfonditamente. Ci sarà bisogno di una serie di messaggi per approfondire il tema.

Innanzitutto diciamo che ogni buon mormone dovrebbe essere missionario, appena raggiunti 19 anni e finita la scuola, e questo vale sia per i ragazzi che per le ragazze (ma per queste si può aspettare un paio di anni in più e dovrebbero non avere un legame sentimentale importante in corso). La durata del servizio è di due anni per i ragazzi e 18 mesi per le ragazze, che comunque sono molto meno presenti. In tutto una media di ca. 50.000 missionari vengono mandati in giro per il mondo, dopo un periodo di preparazione presso un centro apposito, che può durare anche tre mesi se c'è la necessità di imparare una lingua straniera.

Non è prevista nessuna paga o rimborso spese, solo il biglietto d'aereo viene pagato... anzi ci si aspetta che il missionario paghi alla chiesa 400 $ al mese. I soldi raccolti servono per compensare i costi degli alloggi, percui può capitare che un missionario in Giappone riceva per l'alloggio 1000$ e in Guatemala 50$. Il costo del vitto e degli spostamenti sono a carico del missionario.

Diciamo che non ci si arricchisce... :? Quali sono le motivazioni che spingono a fare un tale sacrificio?
A parte la fede, la tradizione e la pressione sociale, bisogna considerare che le ragazze mormoni fin da piccole si sentono ripetere che il miglior marito possibile è un missionario ritornato, cioè un missionario che ha svolto tutti i due anni previsti, senza essere rimandato a casa anticipatamente (il che comporta uno stigma sociale indelebile per lo sfortunato). La missione è considerata importante per la crescita spirituale, e per il rafforzamento del carattere, la migliore scuola possibile per rendere un ragazzo un vero uomo e un buon marito. Un giovane mormone che non andasse in missione troverebbe moglie molto più difficilmente, e comunque rimarrebbe un mormone di serie B.

To be continued...
Avatar utente
Hermes
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: mer mag 09, 2012 4:35 pm

Re: Missionari mormoni

Messaggioda Hermes » mer mag 16, 2012 7:35 pm

Alcune curiosità sui missionari mormoni...

La scelta del territorio di missione non viene fatta dal missionario, ma dalla chiesa. Nessuno sa se dovrà andare all'estero e quale lingua dovrà studiare da zero.

Quando un missionario riceve l'assegnazione deve passare un periodo di preparazione presso il centro di istruzione per missionari. Il più grande è nello Utah, ma ce ne sono anche in Europa. Se un missionario viene assegnato p.es. all'Italia del Nord, dovrà fare riferimento al presidente della missione, che lo manderà con un compagno ad occuparsi di un preciso territorio. Non potrà mai uscire dai confini del territorio assegnato.
Il compagno verrà cambiato ogni ca. 6 settimane, e la coppia non potrà mai essere sciolta, devono stare insieme sempre, in ogni caso, tranne che per andare al bagno, devono dormire nella stessa stanza e andare a dormire insieme.

La sveglia è alle 6:30 A.M. e il ritiro alle 10:30 P.M. Dopo due ore di studio e preghiera, la giornata è scandita da un ritmo molto serrato di attività di servizio, pianificata in modo dettagliato, percui non c'è possibilità di attività pianificate autonomamente. Durante la settimana solo un giorno è riservato alle attività personali, 8,5 ore per: lavare i vestiti, pulire le scarpe, tagliare i capelli, pulire l'appartamento, scrivere lettere a casa, dedicarsi ad attività ricreative o culturali, ma non divertimenti. E' scoraggiato leggere materiale non autorizzato, sono solo una decina i libri permessi per la lettura, non dovrebbero guardare tv, radio o ascoltare musica non autorizzata.

Le attività devono essere registrate in un resoconto da spedire settimanalmente al presidente della missione. Una volta al mese dovrà sostenere un colloquio personale col presidente che lo interrogherà anche su questioni personali.

I peccati di natura sessuale non sono tollerati e possono provocare la radiazione del missionario, che per conseguenza viene mandato a casa prima del tempo previsto, il che è causa di vergogna indelebile per il missionario e la sua famiglia.
Avatar utente
Hermes
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: mer mag 09, 2012 4:35 pm

Re: Missionari mormoni

Messaggioda Trianello » ven mag 18, 2012 4:00 pm

In genere, i mormoni fanno proselitismo per strada, piazzandosi nelle vie commerciali delle varie città e fermando la gente per intavolare discussioni su temi religiosi. Organizzano anche attività collaterali, come corsi di inglese gratuiti, per entrare in contatto con il maggior numero possibile di persone sul territorio. Raramente, a quanto ne so, si dedicano al porta a porta (come invece fanno i TdG). La copia del Libro di Mormon in mio possesso mi fu regalata proprio da una biondissima e giovanissima missionaria mormone che venne, ormai più di dieci anni fa, a bussare alla mia porta di casa.
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Re: Missionari mormoni

Messaggioda Hermes » ven mag 18, 2012 7:45 pm

Trianello ha scritto:In genere, i mormoni fanno proselitismo per strada, piazzandosi nelle vie commerciali delle varie città e fermando la gente per intavolare discussioni su temi religiosi. Organizzano anche attività collaterali, come corsi di inglese gratuiti, per entrare in contatto con il maggior numero possibile di persone sul territorio. Raramente, a quanto ne so, si dedicano al porta a porta (come invece fanno i TdG). La copia del Libro di Mormon in mio possesso mi fu regalata proprio da una biondissima e giovanissima missionaria mormone che venne, ormai più di dieci anni fa, a bussare alla mia porta di casa.


I missionari mormoni si distinguono da altri anche per la loro particolare tattica di proselitismo. In genere si preferisce l'approccio detto del "quick baptism", cioè vengono presentati solo dei temi di dottrina molto semplici, evitando qualsiasi argomento che potrebbe suscitare perplessità (milk before the meat)... in pratica il contrario dei TdG. Fin dal PRIMO incontro chiedono se l'interessato sarebbe disposto a battezzarsi, l'unico vero requisito è sentire una risposta spirituale dopo avere pregato. Si tratta di un approccio molto fideistico e molto emotivo.

Il risultato del quick baptism è che è possibile avere molti battesimi in poco tempo, specialmente nei paesi dell'America del Sud, ma poi la conseguenza è che su 10 convertiti 6 lasciano entro un anno dal battesimo.
Fino ai primi del 2000 la tattica ha portato un gran numero di conversioni, ma nell'ultimo decennio l'incremento si è quasi azzerato e le defezioni stanno raggiungendo livelli imbarazzanti... e poi solo il 40% dei mormoni battezzati sono davvero attivi.
Avatar utente
Hermes
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: mer mag 09, 2012 4:35 pm

Re: Missionari mormoni

Messaggioda Trianello » sab mag 19, 2012 6:23 am

Se non ricordo male, Don Lorenzo Minuti, possiede un po' di materiale donatogli da un ex missionario mormone (compreso il foglio indicante le attività a cui, ora per ora, i missionari si devono dedicare nell'arco delle varie giornate). Tra le altre cose, ci sono dei documenti recanti gli specifici argomenti da affrontare con le persone fermate per strada e le istruzioni da seguire onde evitare gli argomenti più scottanti, quelli che potrebbero far storcere il naso alle persone cresciute in un ambiente cristiano tradizionale. C'è da domandarsi quanto eticamente corretto sia questo modo di fare.

Nella mia copia del Libro di Mormon c'è un foglietto che invita a leggere determinati passi del medesimo ed attendere la chiamata dello Spirito Santo. Inutile dire che io questa chiamata non l'ho mai sentita leggendo i passi in oggetto. :)
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Re: Missionari mormoni

Messaggioda Hermes » dom mag 20, 2012 7:26 pm

Trianello ha scritto:Se non ricordo male, Don Lorenzo Minuti, possiede un po' di materiale donatogli da un ex missionario mormone (compreso il foglio indicante le attività a cui, ora per ora, i missionari si devono dedicare nell'arco delle varie giornate). Tra le altre cose, ci sono dei documenti recanti gli specifici argomenti da affrontare con le persone fermate per strada e le istruzioni da seguire onde evitare gli argomenti più scottanti, quelli che potrebbero far storcere il naso alle persone cresciute in un ambiente cristiano tradizionale. C'è da domandarsi quanto eticamente corretto sia questo modo di fare. ...


Ho letto di missionari che sono andati in crisi, quando si sono trovati a predicare a interessati neri senza accennare alla passata politica della chiesa verso i neri appunto. Ovviamente qualcuno l'ha presa male quando ha scoperto la verità, capendo quanto reticenti siano stati i missionari.

Per quanto riguarda la dottrina, bisogna dire che i missionari non nascondono i punti più difficili da capire per cattiveria, sono sinceramente convinti che sia possibile aiutare gli interessati a capire il vangelo solo iniziando a trattare le questioni più semplici. In verità anche in cattolici dovrebbero mettersi la mano sulla coscienza su questo, specialmente in passato si è semplificato troppo il vangelo e certe questioni dottrinali, attraverso immagini facilmente comprensibili per gente di scarsa istruzione... solo che poi molti sono rimasti a quel livello.

Se qualcuno avesse curiosità su cosa studiano i missionari per prepararsi al servizio, si può comprare un manuale o scaricare un file pdf qui (cliccare sull'immagine):
Immagine Immagine
Avatar utente
Hermes
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: mer mag 09, 2012 4:35 pm

Re: Missionari mormoni

Messaggioda Trianello » lun mag 21, 2012 9:20 am

Hermes ha scritto: Per quanto riguarda la dottrina, bisogna dire che i missionari non nascondono i punti più difficili da capire per cattiveria, sono sinceramente convinti che sia possibile aiutare gli interessati a capire il vangelo solo iniziando a trattare le questioni più semplici.


Non c'è nulla di male nel presentare le dottrine in modo progressivo, iniziando dai temi più smplici per poi passare a quelli più complessi, anzi è il modo più naturale di procedere e, certamente, quello che presenta maggiori garanzie sulla possibilità che queste siano comprese correttamente. Quando però ci sono delle istruzioni che ci invitano ad evitare accuratamente (come nel caso che citavi tu della questione della politica mormone a riguardo dei neri fino a non tanti anni fa) determinati discorsi per agganciare gli interessati ed evitare il loro allontanamento dalla Chiesa prima che questo possa rappresentare per i suddetti un problema, allora qualche dubbio mi viene.
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Re: Missionari mormoni

Messaggioda Hermes » lun mag 21, 2012 12:12 pm

Trianello ha scritto:... Quando però ci sono delle istruzioni che ci invitano ad evitare accuratamente (come nel caso che citavi tu della questione della politica mormone a riguardo dei neri fino a non tanti anni fa) determinati discorsi per agganciare gli interessati ed evitare il loro allontanamento dalla Chiesa prima che questo possa rappresentare per i suddetti un problema, allora qualche dubbio mi viene.


Direi che in questo caso, come spesso accade, bisogna distinguere la sincerità della base, dall'ambiguità dei vertici. Spesso accade che nei posti dirigenziali ci siano persone che hanno avuto successo nella vita come imprenditori, manager, e che dirigono l'attività dei missionari come presidenti di missione, impostandola come se fossero imprenditori che istruiscono la rete vendita. Molti missionari soffrono di depressione per questo, e finiscono per percepire le tattiche di cui si parlava come espedienti da venditori. Ecco perché molti missionari appena finita la missione diventano inattivi o lasciano la chiesa (ho letto di cifre attorno al 25%).

Ci sono pratiche che considero assai più negative di questa che si è detto... La forza dei missionari sta nella loro credibilità di giovani fedeli entusiasti, che a volte paiono ingenui ma proprio per questo sembrano ancora più credibili a molti interessati. Ebbene bisogna sapere che l'attività di dare testimonianza (bear testimony), cioè di dichiarare la propria fede nella chiesa, nel vangelo, nel libro di mormon, a volte non è affatto sincera. Ho letto di testimonianze di missionari, che durante la periodica riunione con il presidente di missione espressero i loro dubbi sulla dottrina o la difficoltà ad accettare certi insegnamenti e dunque il disagio di insegnarli. A questi dubbi la risposta del presidente era: fai testimonianza come se ci credessi, e Dio ti donerà la fede. Direi che qui siamo ad una situazione ancora più pericolosa di quella che dicevamo... i missionari qui oltre a ingannare altri ingannano loro stessi, mortificando la loro stessa capacità di critica.
Avatar utente
Hermes
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: mer mag 09, 2012 4:35 pm

Re: Missionari mormoni

Messaggioda Hermes » mar mag 22, 2012 12:26 am

Avatar utente
Hermes
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: mer mag 09, 2012 4:35 pm

Re: Missionari mormoni

Messaggioda Hermes » mar mag 22, 2012 8:33 pm

Spiegazione semplificata in italiano:

Avatar utente
Hermes
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: mer mag 09, 2012 4:35 pm


Torna a Mormoni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron