La TORRE in tempo reale: file per la disputa di ogni annata

Moderatore: berescitte

Re: La TORRE in tempo reale: spunti per un dialogo critico

Messaggioda opepo » mar set 13, 2011 8:17 pm

sassio ha scritto:Sempre sulla Torre di settembre, vi è a pag.24-25 la solita lettera che racconta l'esperienza (anonima !) avuta dai TdG.
Francamente a me sembra assurdo magnificarsi di essere andati in 130, ripeto 130, in un accampamento per profughi che, come loro stesso hanno scritto, avevano perso TUTTO e preoccuparsi di portare loro solo pubblicazioni e libretti.
Nessuno di loro, nessuno, ha pensato di riempirsi le tasche almeno di caramelle, biscottini da donare ai bambini, almeno a loro. E' vero che lo stesso Gesù ha detto:" Non di solo pane vive l'uomo, ma di ogni parola di Dio" però ha messo una parolina di troppo (per loro) "solo" che vuole dire che il pane (cibo) è necessario, certamente indispensabile, ma necessita ANCHE della Parola Divina, quindi sarebbe stata credibile la lettera se, oltre alla stampa, avessero portato in dono anche del cibo, ma............
Come possiamo pensare che sia la verità che quella gente li salutava, festosi, agitando le riviste avute in dono: neppure in brodo erano buone per mitigare la loro fame !!!!!!
Alla fine di pagina 24 vi è il solito ritornello che persone che hanno sofferto tantissimo...ora vivevano MEGLIO (!!) solo perchè "hanno deciso di seguire i principi biblici."


Sassio ..forse... sei troppo inesperto per capire l'alta strategia della wt :wink:
Vedi... se portavano anche da mangiare ...le riviste...potevano benissimo servire per accendere il fuoco... o... dopo aver mangiato... per pulirsi il c... ...così invece non gli resta altro da fare che leggerle :mrgreen:
Avatar utente
opepo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 77
Iscritto il: mar lug 06, 2010 2:19 pm

Re: La TORRE in tempo reale: spunti per un dialogo critico

Messaggioda Generale Specifico » mer set 14, 2011 3:10 pm

sassio ha scritto:Sempre sulla Torre di settembre, vi è a pag.24-25 la solita lettera che racconta l'esperienza (anonima !) avuta dai TdG.
Francamente a me sembra assurdo magnificarsi di essere andati in 130, ripeto 130, in un accampamento per profughi che, come loro stesso hanno scritto, avevano perso TUTTO e preoccuparsi di portare loro solo pubblicazioni e libretti.


Mi è venuto in mente questo passo biblico (e i paralleli):

"Egli, sceso dalla barca, vide una grande folla e sentì compassione per loro e guarì i loro malati.
Sul far della sera, gli si accostarono i discepoli e gli dissero: «Il luogo è deserto ed è ormai tardi; congeda la folla perché vada nei villaggi a comprarsi da mangiare». Ma Gesù rispose: «Non occorre che vadano; date loro voi stessi da mangiare». Gli risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci!». Ed egli disse: «Portatemeli qua». E dopo aver ordinato alla folla di sedersi sull'erba, prese i cinque pani e i due pesci e, alzati gli occhi al cielo, pronunziò la benedizione, spezzò i pani e li diede ai discepoli e i discepoli li distribuirono alla folla." (Mt 14,13-21)

Penso che se Gesù fosse stato un TdG si sarebbe messo a moltiplicare le riviste in una situazione analoga. Per fortuna, il vero Gesù, invece, era uno che si preuccapava anche della pancia della gente e che sapeva benssimo che non si può predicare il vangelo a degli stomaci vuoti.
Avatar utente
Generale Specifico
Utente Senior
 
Messaggi: 221
Iscritto il: ven dic 14, 2007 2:13 pm

Re: La TORRE in tempo reale: spunti per un dialogo critico

Messaggioda berescitte » sab set 17, 2011 7:57 am

sassio ha scritto:
catechista ha scritto:Mi riferisco al numero di Settembre.
Io trovo queste parole allucinanti. E' una logica che mi lascia senza parole! Se ci fosse uno strizzacervelli per analizzarle psicologicamente (o psichiatricamente!) ci farebbe proprio un gran regalo. Soprattutto vorrei capire che idea di giustizia hanno i Capi dei Testimoni e se è vero che essa collima con l'insegnamento biblico.

«In quel giorno della resa dei conti, i bambini, o rami, saranno giustamente trattati in base alla valutazione che Dio avrà fatto delle loro radici, i genitori, che sono responsabili dei figli. I genitori malvagi non avranno discendenti che ne perpetuino le vie malvage.» (TOR, 22/4/1995 p. 22).


Scusa quali parole???
Quelle in calce si riferisco al 1995, sappiamo che sono ancora valide ma non sono richiamate nel numero di settembre, o sbaglio?



Fai bene attenzione. Catechista è una mia vecchia conoscenza sin da quando scrivevo nel forum infotdgeova.it e ha imparato a pensare molto sui testi. Lei si riferisce al mio commento alle parole (che sono a pag. 10 di questo numero di settembre della Torre) che dicono "Solo i malvagi impenitenti verranno distrutti ad Armaghedon". la citazione del 1995 l'ho riportata nella mia nota di commento per mostrare come la WT, avendo assicurato in passato che geova avrebbe distrutto non solo i malvagi ma anche i figlioletti di essi, contraddice se stessa insegnando ora una cosa e ora correggendola.
Però Catechista ha voluto sottolineare il contenuto dottrinale, appunto "allucinante", di quella vecchia citazione che dovrebbe farci capire in maniera direi esplosiva come la WT anche facendo tali deduzioni dalla Parola di Dio che dice "non lascerà né radice né ramo" tutto può trasmetterci fuorché la comprensione della verità biblica.
Infatti quel "né radice né ramo" deve significare l'eliminazione di tutta la malvagità che, metaforizzata come un albero che dà frutti marci (rami) perché la radice è marcia, merita di essere totalmente eliminato. Ma per frutti-rami marci non si possono intendere i figlioletti di gente malvagia, ancora incapaci di intendere e volere, ma solo ed esclusivamente le azioni malvage dei loro genitori; tutte le azioni malvage, anche le più... periferiche e minute.
I figli, finché sono incapaci, sono soggetti che non hanno alcuna colpa e non possono essere trattati "giustamente in base alla valutazione che Dio avrà fatto delle loro radici, i genitori". Una tale valutazione sarebbe ingiusta; e perciò si tratta di un modo allucinante di capire la Bibbia.

Né la WT potrebbe far ricorso al fatto che i pensieri di Dio non sono come i nostri. Giacché questo è vero ma ha senso solo se si intende che sono più saggi, più giusti, più illuminati... più tutto insomma, e non certo inferiori a quella che con tutta evidenza i nostri piccoli cervelli umani ci dicono essere vera e sacrosanta giustizia. Dio deve essere più grande del nostro cuore e non inferiore. E se noi riteniamo ingiusto questo trattamento di innocenti, Dio non può ritenerlo giusto.

Per chi avesse deposto la sua intelligenza ai piedi del letteralismo e fondamentalismo biblico (che riesce solo a travisare il senso della Bibbia invece di proteggerlo come desidera) e fosse convinto che solo la Bibbia spiega la Bibbia e solo la Bibbia ci insegna ciò che è vero-falso, giusto-ingiusto, bene-male, ricorderemo che Abramo, saputo del proposito del Creatore di distruggere interamente le città di Sodoma e Gomorra esclamò "Non sia mai che il giudice di tutta la terra commetta una tale ingiustizia! Leggiamolo: «25 È impensabile da parte tua che tu agisca in questa maniera per mettere a morte il giusto col malvagio così che debba accadere al giusto come al malvagio! È impensabile da parte tua. Non farà il Giudice di tutta la terra ciò che è giusto?» (Genesi 18,25 - NM) E la cosa interessante è che Dio approvò tale ragionamento, cioè che sarebbe stata una ingiustizia (in effetti la Sua fu una mossa pedagogica per spremere da Abramo l'amore per il suo prossimo). La NM geovista ha scritto "impensabile". Catechista ha scritto "allucinante". Non è lo stesso?

Ma aggiungerò anche una domanda per aiutare i TG a capire che non è vero che l'etica, la valutazione di ciò che è bene e male, ci viene solo dalla Parola di Dio; e la dirò anche per far capire che anche la Bibbia è soggetta alla intelligenza umana, appunto quando la sua "spiegazione" (che è interpretazione trasmessa sempre da un mediatore umano!), ci risulta allucinante. Si è mai riflettuto che ai tempi di Abramo non esisteva ancora una riga di Bibbia? Chi è allora che ha detto alla mente di Abramo che un tal comportamento - quello di massacrare innocenti insieme a ingiusti - perfino se il massacro venisse da Dio padrone della vita di tutti, sarebbe stato ingiusto?

E ancora, e stavolta la riflessione intende evidenziare come la filosofia aiuti a capire la verità, e non ad imbrogliarla "demonicamente" come pensano i TG "culturalmente indifesi". Aggiungo due riflessioni filosofiche e precisamente di ordine antropologico sull'argomento.
La prima: Dio non può trattare le cose da lui create esigendo da loro ciò che non è dato ritrovare nella loro natura. Non può incolpare eticamente una tigre se ha sbranato un uomo. Ogni bestia feroce eticamente è innocente. Nell'uomo le cose stanno diversamente. Ed è la natura intelligente dell'uomo a fargli capire ciò che è bene e ciò che è male. Perciò l'uomo va giudicato in ciò che è specifico della sua natura: l'intelligenza, la consapevolezza. Ecco quindi che sarebbe ingiusto se Dio trattasse da persone coscienti e responsabili creature che, anche se umane, non hanno raggiunto il pieno sviluppo e perciò, essendo ancora incapaci di intendere e di volere, sono irresponsabili.
La seconda: se da un lato è vero il detto che "i figli seguono le orme dei padri... tale figlio quale padre", esperienza conferma che spesso e volentieri se ne discostano. Ogni persona, anche la più indottrinata e condizionata, ha la possibilità di emanciparsi e mettersi contro gli insegnamenti ricevuti. Quindi pensare che i figli minori da adulti seguiranno pedissequamente le orme dei padri mavagi divenendo anch'essi malvagi, significa considerare gli esseri umani come robot, privi di libertà. Il che è contrario al vero; un vero confermato dall'esperienza di personaggi biblici e di personagtgi del mondo, a tutte le latitudini e in ogni momento della storia.
Avatar utente
berescitte
Utente Senior
 
Messaggi: 251
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:40 pm
Località: ROMA

Re: La TORRE in tempo reale: spunti per un dialogo critico

Messaggioda berescitte » sab set 17, 2011 8:40 am

Oggi ho inserito nel 3D lucchettato il commento alla Torre del mese di Luglio
Avatar utente
berescitte
Utente Senior
 
Messaggi: 251
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:40 pm
Località: ROMA

Re: La TORRE in tempo reale: spunti per un dialogo critico

Messaggioda sassio » mar ott 04, 2011 2:34 pm

berescitte ha scritto:Oggi ho inserito nel 3D lucchettato il commento alla Torre del mese di Luglio

Scusa se inserisco qui la mia domanda, ma non saprei come fare altrimenti.
Una volta ho letto che la WTS adesso mette in rete le sue riviste mensili, ma non sono riuscito a trovare il link, puoi per favore ripubblicarlo?
Sai che oggi ho molta difficoltà a ricevere questi stampati, ma se li posso guardare ( non ce la faccio a leggerli, sono troppo ripetitivi..) mi farebbe piacere.
Grazie
sassio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: mer ott 18, 2006 7:50 am

Re: La TORRE in tempo reale: spunti per un dialogo critico

Messaggioda Trianello » mer ott 05, 2011 7:32 am

Ti basta andare nella sezione "La pagina dei Link" di questo stesso Forum e cliccare sulla discussione, messa in evidenza in cima a tutte le altre, "Publicazioni della WTS".

Comunque, per semplicità, ti etto qui il contatto diretto:

viewtopic.php?f=15&t=847
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Re: La TORRE in tempo reale: spunti per un dialogo critico

Messaggioda berescitte » mar nov 15, 2011 3:25 pm

Oggi ho inserito nel 3D lucchettato il commento alla TORRE di Ottobre

e chiedo venia per il ritardo.
Avatar utente
berescitte
Utente Senior
 
Messaggi: 251
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:40 pm
Località: ROMA

Re: La TORRE in tempo reale: file per la disputa

Messaggioda berescitte » gio nov 17, 2011 7:26 pm

Ed oggi il commento alla TORRE di Novembre

"cursus in fine velocior..."
Avatar utente
berescitte
Utente Senior
 
Messaggi: 251
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:40 pm
Località: ROMA

Re: La TORRE in tempo reale: file per la disputa

Messaggioda berescitte » lun nov 21, 2011 7:46 pm

Oggi è stata la volta del commento a Gennaio

che era stato lasciato in sospeso
Avatar utente
berescitte
Utente Senior
 
Messaggi: 251
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:40 pm
Località: ROMA

Re: La TORRE in tempo reale: file per la disputa

Messaggioda berescitte » lun nov 28, 2011 8:35 pm

e oggi quella del commento a FEBBRAIO, così ci siamo rimessi in carreggiata.

Preavverto che in quella di dicembre c'è la scoperta di... una ... mossa furbesca della WT.
A presto.
Avatar utente
berescitte
Utente Senior
 
Messaggi: 251
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:40 pm
Località: ROMA

Re: La TORRE in tempo reale: file per la disputa

Messaggioda berescitte » mer nov 30, 2011 12:48 pm

Oggi ho iniziato a mettere il commento alla Torre di Dicembre

tra una settimana ci sarà l'ultima parte che completerà l'annata.
Avatar utente
berescitte
Utente Senior
 
Messaggi: 251
Iscritto il: lun feb 27, 2006 1:40 pm
Località: ROMA

da Settembre 2011

Messaggioda Citocromo » gio dic 15, 2011 12:34 pm

** Sì, bisogna essere precisi. Non è vero ciò che scrive oggi la WT a pag. 10 in fondo alla seconda colonna - e se invece fosse vero sarebbe anche peggio perché rappresenterebbe una variazione di dottrina! - scrive: «Solo i malvagi impenitenti verranno distrutti ad Armaghedon». Non è vero giacché in passato hanno scritto che saranno distrutti anche i figli in età minore di tali malvagi; e come si potrebbero definire i bambini "malvagi impenitenti"? Leggiamolo; fa accapponare la pelle: «Col tempo tutti i nemici della giustizia, insieme ai loro sostenitori, "devono divenire come la stoppia". Il Giorno di Geova arderà fra loro come una fornace. "Non lascerà né radice né ramo.» e perché si capisse che per radici si intendono i genitori e per rami i bambini si precisa: «In quel giorno della resa dei conti, i bambini, o rami, saranno giustamente trattati in base alla valutazione che Dio avrà fatto delle loro radici, i genitori, che sono responsabili dei figli. I genitori malvagi non avranno discendenti che ne perpetuino le vie malvage.» (TOR, 22/4/1995 p. 22).

Hanno anche scritto altre cose che fanno accapponare la pelle. Ora si esprimono con meno spigolosità, ma in passato erano più crudi e diretti:

“Le forze esecutive di Dio colpiranno senza badare a età o sesso, poiché Dio avrà detto loro di non avere pietà: "Colpite. Il vostro occhio non commiseri, e non provate nessuna compassione. Dovreste uccidere vecchio, giovane e vergine e fanciulletto e donne, fino alla rovina". - Ezechiele 9:5,6; Zaccaria 14:12,13." (TOR 01-02-85, pp. 3-4)

Secondo la WTS, questo sarebbe il Geova della Bibbia. Ma altrove non si dice che misericordioso e pietoso è il Signore? Lento all'ira e grande nell'amore? Che il Signore è buono verso tutti e la sua tenerezza si espande su tutte le creature? Non si dice che Dio è Amore? Gli esempi sopra riportati dimostrano che la WTS non sa minimamente come si legge la Scrittura.
Citocromo

Mi sembra che si debbano ricondurre gli uomini alla speranza di trovare la verità. (Sant'Agostino, Lettere, 1,1)
Avatar utente
Citocromo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 167
Iscritto il: mer giu 16, 2010 1:15 pm
Località: Bologna

Re: La TORRE in tempo reale: file per la disputa di ogni ann

Messaggioda Citocromo » mar dic 20, 2011 1:51 pm

E torniamo ai 144.000 Unti privilegiati. Ma chissà se dura! Intanto non sono più 144.000 ma molti di più visto che il numero dei rimanenti atto a completare il plenum in cielo sta crescendo. Cioè se sommiamo quanti Unti si era calcolato (dico matematicamente!) che erano in cielo nel 2005, a quanti oggi la WT dice che ne esistono ancora sulla terra si supera di molto il totale di 144.000.

Aggiorniamo un pò i dati, visto che dal 2005 ad oggi sono passati 6 anni. Nel 2005 il numero degli Unti era di 8.524, nel 2011 il loro numero ha raggiunto 11.824 unità (cfr. Annuario 2012, pag. 55).
In passato la diminizione del numero degli Unti era così giustificata:

«Il numero degli autentici unti figli di Dio sulla terra è notevolmente diminuito. Per di più la Bibbia indica chiaramente che la fase iniziale della grande tribolazione sarà ‘abbreviata a motivo degli eletti’. (Matteo 24:21, 22) La maggioranza di coloro che professano di appartenere agli unti è di età molto avanzata. Non indicherebbe anche questo che la fine è vicina?» (w97 15/8, p. 15, par. 12)

«Vi è soltanto un residuo di questi sulla terra, conosciuto come il "servitore fedele e prudente" (Matteo 24:45-47). In paragone con l’intero corpo di Cristo questi Cristiani non sono che un residuo (Apoc. 7:4-8, 12:17) e il loro numero va giornalmente diminuendo mentre i membri l’uno dopo l’altro terminano la loro corsa con la morte)» (Sia Dio Riconosciuto Verace, p. 301, 1949)

Oggi l'incremento del numero degli Unti è giustificato dalla WT in questo modo:
"Come dobbiamo intendere i dati del rapporto annuale?
Partecipanti alla Commemorazione.
E' il numero di cristiani battezzati che in tutto il mondo prendono gli emblemi alla Commemorazione.
Questo dato rappresenta il numero di unti sulla terra? Non necessariamente. Per diversi motivi, fra cui precedenti convinzioni religiose o magari instabilità mentale o emotiva, alcuni potrebbero erroneamente credere di avere la chiamata celeste.
Non abbiamo modo, perciò, di sapere il numero esatto di unti sulla terra, né ne abbiamo bisogno.
Il Corpo Direttivo non tiene un elenco completo dei partecipanti, dato che non coordina tutti gli unti all’interno di una retemondiale." (TOR 15-08-2011, p. 22)

Ma nella TOR 1-05-2007, p. 31, non avevano scritto: "Come dovrebbe essere visto chi ha concluso nel suo cuore che ora è unto e inizia a prendere gli emblemi alla Commemorazione? Non lo si dovrebbe giudicare. È una questione che riguarda lui e Geova. (Romani 14:12)"? Penso che non ci sia niente da commentare. Le contraddizioni sono palesi.
Citocromo

Mi sembra che si debbano ricondurre gli uomini alla speranza di trovare la verità. (Sant'Agostino, Lettere, 1,1)
Avatar utente
Citocromo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 167
Iscritto il: mer giu 16, 2010 1:15 pm
Località: Bologna

Re: La TORRE in tempo reale: file per la disputa di ogni ann

Messaggioda Citocromo » dom gen 01, 2012 1:43 pm

Voglio solo segnalare che a pag. 25 della medesima rivista in alto a sinistra c'è un'immagine assurda e antistorica, in cui è raffigurato il tdg Pietro apostolo con borsetta sulle spalle e papiro aperto nelle mani, proprio come si presentano oggi i tdg con borsetta e TNM o rivista in mano. (In questo link ho inserito quella di Paolo: viewtopic.php?f=17&t=2547)

Vi segnalo altre due immagini assurde.
1) Dal DVD "I Testimoni di Geova: la fede all'opera - Parte 1: Dalle tenebre alla luce":
Immagine
2) TOR 1-03-2012
Immagine
Citocromo

Mi sembra che si debbano ricondurre gli uomini alla speranza di trovare la verità. (Sant'Agostino, Lettere, 1,1)
Avatar utente
Citocromo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 167
Iscritto il: mer giu 16, 2010 1:15 pm
Località: Bologna

Re: La TORRE in tempo reale: file per la disputa di ogni ann

Messaggioda Citocromo » dom gen 01, 2012 2:30 pm

Inserisco anche l'immagine di Pietro della TOR 1-08-2011, p. 25:
Immagine

Parlando di san Paolo in un articolo pubblicato sull'Ossevatore Romano del 21 maggio 2009, Ed Parish Sanders della Duke University (Durham, North Carolina) ha detto (si tratta di un discorso fatto al imposio internazionale "Paul in his Jewish Matrix" organizzato dal Centro Cardinal Bea per gli studi giudaici della Pontificia Università Gregoriana in collaborazione con l'Università Ebraica di Gerusalemme, con l'Università Cattolica di Lovanio e con la basilica di San Paolo fuori le Mura):
[...]Sembra che gli studiosi del Nuovo Testamento pensino che Paolo avesse una grande biblioteca con gli oltre venti rotoli richiesti per contenere la Bibbia, e che possedesse un grande studio con numerosi tavoli sui quali i rotoli potessero essere aperti e confrontati. Questa visione è una versione antica dell'immagine di un professore moderno, ma la realtà è diversa. Per molti anni Paolo trascorse settimane o mesi sulla strada, senza avere asini sufficienti per trasportare un'ampia biblioteca attraverso le Porte della Cilicia o da una parte all'altra della pianura anatolica. Quando era pronto per sedersi a una tavola per lavorare il cuoio o fabbricare tende, non riusciva ad affittare un enorme studio invece di un semplice riparo sulle mura. Le difficoltà finanziarie dell'Apostolo depongono contro tesi di questo genere e fanno pensare che Paolo trasportasse la Bibbia direttamente nel suo cervello.
Non dobbiamo però pensare che imparasse a memoria tutto ricordando ogni singola parola di seguito per tutto l'intero testo biblico. Piuttosto, le citazioni di Paolo rivelano ciò che Albert Baumgarten ha chiamato "un'arte di investigazione e di recupero". Paolo riusciva a trovare nel suo cervello testi che corrispondevano, più o meno bene, alle parole e alle idee di cui aveva bisogno quando ne aveva bisogno. Questo nasce, di solito, da una lettura costante e ripetuta. Se fosse stato in grado di iniziare con il primo libro e recitare a memoria l'intero testo è un problema diverso. Tutto ciò che noi sappiamo riguardo alla sua memoria è che era in grado di fare ciò che le sue citazioni rivelano: usare a piacimento testi contenenti certe parole quando ne aveva bisogno.[...]

Vi riporto l'intero articolo nel 3D di Trianello "Corso di esegesi del NT: Corpus Paulinum" nella sezione Pro Formatione Grissinorum.
Citocromo

Mi sembra che si debbano ricondurre gli uomini alla speranza di trovare la verità. (Sant'Agostino, Lettere, 1,1)
Avatar utente
Citocromo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 167
Iscritto il: mer giu 16, 2010 1:15 pm
Località: Bologna

PrecedenteProssimo

Torna a Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron