Cosa è successo al sito della Di Marzio?

Segnalazioni di pagine web che abbiano attinenza con i Movimenti Religiosi Alternativi o che comunque possano essere di un qualche interesse per il GRIS e gli utenti del Forum.

Moderatori: Trianello, Roby_r0m@

Cosa è successo al sito della Di Marzio?

Messaggioda Erik » gio mar 27, 2008 9:24 am

Gentili amici,
poco fa volevo fare un giro nel sito di Raffaella di Marzio alla ricerca di aggiornamenti ma inaspettatamente mi son trovato davanti alla dicitura "SITO POSTO SOTTO SEQUESTRO". Sapete cosa sia successo?

http://www.dimarzio.it/index.html

Un caro saluto a tutti.

Erik
Veritas Liberabit Vos
Avatar utente
Erik
Nuovo Utente
 
Messaggi: 54
Iscritto il: lun gen 21, 2008 5:09 pm
Località: Firenze

Re: Cosa è successo al sito della Di Marzio?

Messaggioda Erik » mar apr 01, 2008 10:28 am

Ho trovato, come risposta al mio precedente post, questa news che mi lascia davvero sconcertato! Ve la inoltro per conoscenza.
Per precisione il Martini firmatario del messaggio sotto riportato è lo stesso che cura il sito http://xenu.com-it.net/faq/index.htm


Erik

--------------

27 marzo

Solidarietà per Raffaella Di Marzio

È di ieri la sconcertante notizia che il sito Web di Raffaella di
Marzio (http://www.dimarzio.it) è stato posto sotto sequestro giudiziario
dalla Procura di Bari.

Ma la cosa assolutamente più sconcertante è che la dott.sa Di Marzio,
stimata studiosa di Nuovi Movimenti Religiosi con all'attivo numerose
pubblicazioni e 4 lauree del tutto pertinenti con la sua attività di
ricercatrice (che in sé non prevede certificazioni accademiche o
iscrizione ad albi di sorta), è inquisita dalla Procura di Bari per:

art. 416 c.p. (associazione per delinquere) e 348 c.p. (abuso della
professione) presumibilmente per aver partecipato quale osservatore
partecipante ad un incontro di seguaci di Arkeon (il cui maestro Vito
Moccia è attualmente inquisito e le attività seminariali del gruppo,
interrotte) tenutosi a Roma il febbraio scorso. Incontro che
nell'immediato venne sospeso dalla Digos la quale, dopo avere
identificato i partecipanti e non aver riscontrato alcuna attività
illecita, consentiva ai convenuti di proseguire le attività.

Nello specifico, la Procura di Bari sostiene che la dott.sa Raffaella
di Marzio sarebbe il "guru in pectore" dei seguaci arkeoniani "orfani"
di Moccia, come segue [enfasi aggiunta]:
Promotore di tale RIORGANIZZAZIONE [di Arkeon] è Raffaella Di Marzio
che non solo ha ORGANIZZATO e partecipato alla riunione di Roma con 80
persone [seguaci di Arkeon] ma ha dato voce al gruppo di Moccia sul
suo sito, con ciò vanificando il sequestro dei siti di Arkeon.

Attraverso il suo sito la Di Marzio sta RICOMPATTANDO il gruppo,
ESALTANDO il metodo, CONVINCENDO persone che avevano testimoniato
contro Arkeon a fare marcia indietro. Con tale condotta la Di Marzio
si è inserita all'interno del gruppo Moccia DIVENENDONE RIFERIMENTO
PRINCIPALE e con ciò CONDIVIDENDONE le finalità ILLECITE... Per quanto
detto... si sequestra preventivamente e si oscura http://www.dimarzio.it
Personalmente sono senza parole.

Non so quanti di voi abbiano seguito la vicenda Arkeon, ma credo che
il presunto coinvolgimento della dott.sa di Marzio possa essere così
riassunto:
a metà febbraio Raffaella di Marzio partecipò a una riunione di comuni
cittadini, seguaci Arkeon, tenutosi in un albergo romano;
la riunione fu interrotta dalla DIGOS che identificò tutti i
partecipanti lasciando poi che proseguissero normalmente le loro
attività, evidentemente ritenute lecite;
di lì a pochi giorni Raffaella Di Marzio pubblicò sul suo sito un
articolo relativo all'evento, che mi prendo la libertà di riportare
(http://xenu.com-it.net/txt/rdm_arkeon.htm) ;
sul forum che fa(ceva) capo al sito di Raffaella Di Marzio, utenti
esterni aprirono un thread in cui si discuteva di Arkeon, a cui
parteciparono sia seguaci del pensiero del gruppo che ex.
Tutto questo, secondo la Procura di Bari, costituirebbe a carico della
Di Marzio: riorganizzazione, ricompattamento, esaltazione del metodo,
condivisione di attività illecite e probabilmente intimidazione di
testimoni. Non si capisce a che titolo la si accusi di abuso della
professione, ma tant'è.

Credo non sia tollerabile, in un paese civile, che uno studioso venga
addirittura accusato di ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE per avere
semplicemente preso parte da osservatore esterno a un incontro
ritenuto lecito dalla DIGOS, e per avere ospitato sul suo spazio web
una civile discussione tra sostenitori del metodo Moccia e suoi
detrattori.

Oggi Raffaella di Marzio si trova inquisita per accuse infamanti e il
suo sito web, preziosa risorsa per chiunque si interessi di
fenomenologia settaria, oscurato. Non solo la sezione che si limitava
ad ospitare una CIVILE DISCUSSIONE (e direi che il diritto di parola è
ancora garantito dalla nostra Costituzione), ma TUTTO il sito.

Ritengo altresì sconcertante che i detrattori di Arkeon, che hanno
fatto del forum del CeSAP Bari il loro ritrovo di elezione, "brindino"
per quello che a me sembra un atto censorio del tutto immotivato e
inaccettabile, di una gravità estrema. Accompagnato da accuse che non
dubito si dimostreranno - fra alcuni ANNI visti i tempi della nostra
giustizia - del tutto infondate, ma che stanno facendo rischiare alla
dott.sa Di Marzio il lavoro, la serenità familiare e, non ultima, la
libertà personale. Oltre che costringerla a sostenere ingenti spese
per la sua difesa legale.

Queste poche righe per manifestare alla dott.sa Di Marzio tutta la mia
solidarietà, ben consapevole della sua onestà intellettuale e della
sua estrema correttezza nell'affrontare, da studiosa qualificata e da
ricercatrice seria ed esperta quale è da anni, la problematica
inerente i gruppi settari.

Credo che la sua vicenda non debba passare sotto silenzio e meriti la
nostra solidarietà. A chi dentro Arkeon ha subito abusi - e al CeSAP
Bari che ha contribuito a sollevare il caso e ospita i "brindisi" per
un così grave atto censorio, oltre che avere nelle settimane scorse
lasciato ampio spazio a quegli utenti anonimi che accusavano la
dott.sa Di Marzio, apparentemente senza alcuna prova salvo la loro
evidente acredine, delle cose per cui oggi è inquisita dalla Procura
di Bari - rivolgo una domanda che ritengo del tutto legittima: siete
davvero sicuri di sapere che cosa è una "setta"? E siete sicuri di non
starvi trasformando da probabili vittime in sicuri aguzzini?

Martini
Fonte - http://www.axnet.it/forum/gravissimo-t7 ... mp;t=77894
Veritas Liberabit Vos
Avatar utente
Erik
Nuovo Utente
 
Messaggi: 54
Iscritto il: lun gen 21, 2008 5:09 pm
Località: Firenze

Re: Cosa è successo al sito della Di Marzio?

Messaggioda Trianello » mar apr 01, 2008 11:25 pm

Mi verrebbe da ridere, se non ci fosse da piangere. :(
Trianello

Deus non deserit si non deseratur
Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Veterano
 
Messaggi: 1136
Iscritto il: gio mar 23, 2006 7:24 am
Località: Roma

Re: Cosa è successo al sito della Di Marzio?

Messaggioda Raffaella » dom mar 13, 2011 1:33 pm

Vorrei informare coloro che non sono ancora al corrente della cosa che l'avviso di garanzia di cui sono stati riportati alcuni stralci in questo forum è stato archiviato. Ho ricevuto il decreto di Archiviazione l'8 Marzo scorso.

Tutte le accuse a mio carico sono state archiviate per "INFONDATEZZA DELLA NOTIZIA DI REATO".

Il Magistrato che aveva sequestrato il mio sito e che mi aveva inviato l'avviso di garanzia aveva in realtà chiesto lui stesso l'archiviazione un anno dopo i fatti (maggio 2009), ma la sua richiesta era andata persa nei meandri della Procura di Bari.

Il Documento, insieme ad altri che erano nel mio fascicolo, è pubblicato a questo indirizzo:

https://picasaweb.google.com/raffaellad ... 7314951682

Sul mio Blog sto dando alcuni chiarimenti su quanto è successo in questi tre anni.

Se qualcuno fosse interessato a leggere ecco il link (leggere gli ultimi tre post):

http://raffaelladimarzio.blogspot.com/

Un caro saluto a tutti

Raffaella
Raffaella
Nuovo Utente
 
Messaggi: 22
Iscritto il: ven ott 24, 2008 3:29 pm


Torna a La pagina dei link

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron